Campi Estivi nel Bosco 2020

Alla luce del recente “Protocollo regionale per le attività ludico ricreative – Centri estivi – rivolti a bambini e gli adolescenti dai 3 ai 17 anni” vogliamo condividere con voi alcune considerazioni in merito all’estate 2020. 

Le attività di Nespolo si realizzano da sempre all’aperto, cosa che ci aiuta a rispettare il protocollo, ma è comunque necessario avere a disposizione uno spazio al chiuso in caso di forte maltempo. La nostra esperienza ci insegna che eventi come  “bombe d’acqua” e vento forte rappresentano un rischio da non sottovalutare. Questa estate lo spazio al chiuso dovrà assicurare il distanziamento previsto dal protocollo, quindi riusciremo ad accogliere meno della metà dei bambini degli anni scorsi.

Il distanziamento fisico è però richiesto anche all’aperto, e ciò implica difficoltà che vanno ben oltre la quantità di spazio a disposizione. Il distanziamento ha un impatto sulle relazioni tra le persone e sulla possibilità di movimento, ancor di più se si tratta di bambini. Quanto più un bambino è piccolo, tanto più la relazione che crea con gli altri passa attraverso il corpo, e il gioco trova la sua massima espressione nel movimento.

Nei bambini dai 3 ai 6 anni riteniamo che rispettare le distanze dagli altri, soprattutto se immersi nel gioco con altri bambini, e indossare correttamente mascherine al caldo e in movimento, sia estremamente difficile. Inoltre partecipare ad attività settimanali con un educatore che li accoglie con il viso coperto da una mascherina, non li può prendere per mano quando sono stanchi, consolare con un abbraccio, aiutare a vestirsi, non consente un’esperienza di pieno benessere a bambini di questa età. Per questo, con enorme dispiacere, questa estate non ci sentiamo di poter offrire il Campo Estivo ai bambini che frequentano la scuola dell’infanzia. È una decisione presa a malincuore, che sappiamo metterà in difficoltà diverse famiglie, ma con queste condizioni è una scelta per noi dovuta.

Anche nei bambini delle elementari la prescrizione di mantenere le distanze impone una diversa organizzazione. Proporremo per questo numerose attività che permettano di stare insieme senza contatto diretto, come ad esempio i laboratori manuali. E nei momenti di gioco di gruppo chiederemo l’uso della mascherina. Abbiamo pensato ad una proposta che vuole essere un compromesso fra le misure del protocollo e il benessere dei bambini: un Campo Estivo part-time in cui condensare al mattino le attività compatibili con il distanziamento, che negli anni scorsi erano invece alternate, durante la giornata, ad attività a più alto contatto. Pensiamo così di offrire, almeno ai più grandi, una possibilità di ripresa della socialità e di ritorno alla vita nella natura, senza snaturare la nostra idea di outdoor education.

Il Campo Estivo nel Bosco 2020 sarà quindi aperto ad un massimo di 14 bambini che hanno frequentato nell’anno scolastico 2019-20 la scuola primaria. L’orario sarà dalle 8.30 alle 13.30 e prevederà una merenda a metà mattina ma non il pranzo. Le settimane saranno: 29 giugno-3 luglio, 6-10 luglio, 13-17 luglio, 20-24 luglio, 27-31 luglio. Per inizio settembre ci riserviamo di sperimentare qualche settimana per decidere se attivare il Campo o meno. Il rapporto numerico sarà di 1 educatore ogni 7 bambini, e sarà inoltre assunto un supplente per tutta la durata del Campo disponibile alla sostituzione dei colleghi in caso di malattia. La quota per i soci sarà di 135€ a settimana.

Comunicheremo le modalità e la data di apertura delle iscrizioni su questo sito e tramite la nostra newsletter non appena avremo più informazioni sulle modalità di fruizione dei contributi regionali e del bonus Inps per i centri estivi. Ci dispiace tantissimo non poter offrire un servizio a molte famiglie e non passare l’estate con i bimbi più piccoli, ma vi diamo appuntamento al prossimo anno scolastico, fiduciosi di poter tornare a giocare normalmente nel bosco.

28 Maggio 2020